casa

Non sono bello

Non cercatemi

Sono uno in mezzo a tanti uguali

La vita s’è distratta e m’ha perso lungo la via.

Sono uno

Con un’Anima lacerata

Con pezzi di cuore persi in amori sbagliati

Sono uno con una speranza accesa

Stretta in un pugno d’una mano

E con l’altra che copre i miei occhi ormai orbi

Sono uno brutto

Che anche l’Amore che ho tanto cercato

Non mi ha voluto.

 

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

love.jpg

Io

Non appartengo

Non sono proprietà di nessuno

Io sono una leggera foglia

Portata dal vento fino ai confini del mare

Io sono nato dall’albero dell’Amore

E verso l’Amore sincero m’incammino

Ogni giorno

Nasco vivo e muoio

Come un fiore poggiato sulle labbra

Dall’alba tersa e gialla

Al tramonto purpureo e rosso.

 

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

bacio.jpg

C‘era il cielo terso sopra le nuvole grigie

C’era il vento che chiudeva anche le porte

E un bacio

Spazzava via le nuvole

Apriva le socchiuse labbra in un giorno a festa

Come fossero finestre e porte

Illuminando di speranze le stanze vuote

Allontanava i giorni giunti col buio del dolore.

Lì in quei baci eri nata Tu

Amore e Dolore

Nella Luce e nel mezzo del mio Cuore.

 

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

rosso

Correva attraversando impavida i giorni

Le stiravo i pensieri incastrati nei capelli

Ostacoli e imprevisti del Cuore

E mentre s’avvicinava la sera

Le accesi i lumi della ragione

E Inciampammo nell’ora tarda

Giunse inatteso il crepuscolo dell’amore

Il Sole s’oscurò d’un respiro appena accennato

E la Luna morì folgorata e sola

Immersa nel buio profondo tra luccichii di stelle.

 

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web