Ho ancora l’odore del mare addosso,

Dei tramonti rosso fuoco che precipitano nell’abisso,

Dell’amore che sento bruciare dentro la carne.

Ho l’anima inzuppata d’emozioni,

Come un libro,

Pagine infinite dense di significati, parole

Come a primavera lo sono i campi in fiore.

E tutto ciò che sento,

Ciò che sento dentro,

Ha senso, valore,

E in quello spazio sottilissimo,

Tra la pelle e il cuore,

C’è la casa che desidero

Che io chiamo Amore.

Giuseppe La Mura ott 2022
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Pubblicità