C‘è un sottile strato,

Invisibile,

Che separa ciò che sono,

Da ciò che sento.

Le due parti,

Speculari immagini di me,

Combaciano solo quando è notte,

Quando tutte le ombre si dissolvono,

Si dileguano i contorni definiti,

E i pensieri e e l’Anima contenuta in un corpo,

Combaciando nella loro naturale semplicità,

Come due labbra che si baciano,

Divengono Infinito.

Giuseppe La Mura ago 2022
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web