Come un anno fa,

Tutti si rifugiano nello spirito del Natale,

Nell’ebbrezza del momento,

Nell’alcool cfhe a fiumi si consuma nelle feste.

Tutti in fila,

In processione a cercare nel tampone,

L’esito del futuro,

Tutti in un oceano di emozioni tumultuose,

Chi piange, Chi ride,

Chi sarà libero, chi invece scomunicato perchè appestato.

In questo Tribunale regno il caos,

Il disordine vince,

La confusione aumenta,

E sento mancarmi sempre più le forze.

In questo mare tumultuoso che grida silenzioso dentro di me,

Vedo che nel mondo,

L’Amore s’è fatto piccolo nel Cuore,

Una barchetta tra le onde,

Scompare inghiottito nelle tenebre di questo periodo,

Di questa nostra lunga interminabile notte.

Giuseppe La Mura dic 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Il Mare d’Inverno,

Il cielo e le sue onde,

Si mischiano d’infinite sfumature di Blu.

Sono come due Amanti,

Si sfidano e si stringono,

Si abbracciano distesi nudi nel letto,

Sotto il calore dei baci,

Tra bianche spumose lenzuola,

Bagnate di Sole e d’Amore.

Giuseppe La Mura dic 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

E camminando,

Lungo le rive della vita,

Trovai il Mare.

Vidi il cielo stellato all’alba,

I riflessi argentei delle stelle,

Tremule come le onde,

Ci trovai i riflessi dei miei pensieri,

Agitati come il Cuore nel petto,

E conobbi le forme mutevoli del Tempo dell’Amore.

Giuseppe La Mura dic 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

In evidenza

E restare a guardarti,

Nuda,

Davanti ai miei occhi,

Scolpiti dal freddo pungente,

Che taglia a fette il mio Cuore,

Ancora per un attimo al riparo.

Sentire nel vento il tuo odore

Il profumo selvaggio del mare,

Il rumore fragoroso delle onde,

I pensieri che turbano l’Anima.

Guardarti Nuda,

E’ vederti vestita soltanto di Te,

Che sai di Amore,

Di Fuoco e di Mare.

Giuseppe La Mura dic 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura