Poi,

Un giorno,

Rimasi solo,

Con le parole nei cassetti,

Ancora tutte senza madre,

Con un padre che avrebbe dovuto trovarle una collocazione,

Un foglio di carta bianca

Dove poterle lasciare e sistemare.

Guardai quei fogli bianchi,

Come si guarda una donna allo specchio,

Vidi e riconobbi gli errori,

Le rughe del tempo,

I colori portati via,

Ogni giorno dal vento, dal tempo.

E così nei tramonti,

Cercai il senso della vita,

Cercai il senso dell’andirivieni delle maree,

Del perchè non si scrive sulla sabbia,

Delle foglie ingiallite,

Delle notti buie senza luna,

Dell’amore che vive silenzioso

Nelle profondità nascoste,

Nel Cuore.

Giuseppe La Mura set 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web