A quest’ora del giorno,

Ritorna l’attimo più bello,

La stagione dell’estate

Che si rinnova tutti i giorni dell’anno.

Il mare caldo,

Un tuffo nei ricordi,

Tra le lenzuola del letto,

Ti stringevo stretta

Facevamo l’Amore

Sul tuo caldo corpo.

Ricordo i turgidi capezzoli,

Torri erette sui tondi seni,

Dove combattevo dolcissime guerre,

E affondavano le ore

Con la passione di colpi proibiti.

Sento il calore del sale addosso,

E ricordo le tue labbra,

Carnose e piene di mare,

Piene d’amore

Di sale cristallino ruvido,

Che sfregavi sulla mia anima,

Fino a renderla luccicante

Come il tuo mare,

Che si rifletteva d’amore dentro di me.

Giuseppe La Mura ago 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura