Le strade assolate,

Storie vuote,

Anime nel deserto,

Senza più speranze,

S’aggirano nella città come fantasmi

Sembra un incendio,

E tu che m’inviti a stare con Te,

A bere dal tuo corpo salato,

A far l’Amore

Bagnati dalla pioggia,

Due corpi roventi sotto la doccia.

Giuseppe La Mura lug 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Il cielo si tinge d’azzurro e di rosa.

Le prime luci dell’alba,

Si posano sul silenzio,

Mentre i primi raggi bagnano dolcemente le case.

I rintocchi del vecchio campanile,

Svegliano i tuoi occhi

Ancora pieni di sogni.

Le lenzuola sul pavimento,

Appena mosse dal vento,

Sembrano onde d’un mare in tempesta,

Quello della notte appena trascorsa a letto.

La frescura del mattino,

Si mescola all’odore del primo caffè,

E riscopro il sapore amaro, deciso e denso,

Mentre sfioro il tuo viso,

Sento l’essenza della vita nei brividi che sento addosso,

Intensi come quando una carezza

Si posa sull’Anima.

E col cuore

Assaporo il gusto dolce dell’Amore

Quello nascosto tra le tue labbra,

Nell’immenso dei tuoi baci.

Giuseppe La Mura lug 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web