Il mare di notte,

Mi avvicino e sento il mare addosso,

Caldo, come un forte abbraccio,

Mi stringe forte l’Anima

Ruvido come un vestito di velluto blu.

Mi avvicino a Te,

E sento lo stesso mare

Agitarsi dentro.

Le onde son come le mani,

Intrecciano sottilissime trame,

Fili dove restano sospese di notte le stelle.

Le maree e i baci Tuoi,

Hanno lo stesso sapore dell’Amore,

Lo stesso suono dei rintocchi dolci d’un campanile

Nei pomeriggi assolati d’estate.

Sento la malinconia travolgermi l’Anima,

Quando sfoglio pagine ingiallite di libri di Posie.

Sento il fuoco dentro,

Che si nasconde dentro un sorso di vino rosso,

Sei come il sole al tramonto,

Quando si posa sulle mie labbra,

Mentre cade giù nei misteri profondi del Cuore.

Sei il luogo dove si ferma il Tempo,

Dove si respira denso il profumo dell’Amore.

Giuseppe La Mura lug 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web