Tutto ritorna

Lì dove resta lo spazio vuoto

Ogni cosa, emozione al suo posto.

Forse per questo

L’amore ritorna sempre di notte,

Vestito di passione,

D’un abito rosso,

Spogliato da inutili pesi.

Cammina veloce,

In punta di piedi,

Nascosto tra le ombre,

Le flebili e pallide luci della città che dorme,

Tra il luccichio delle stelle,

Una carezza sulle onde.

L’amore si fa strada nella notte,

Una luce che fende il buio,

Un uomo, una donna,

Mentre rientra a casa

Per fare pace con il cuore.

Giuseppe La Mura giu 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Bello vedersi in un tramonto,

Come fosse uno specchio d’acqua,

Come scendere e poi risalire dal mare.

Il tempo del giorno che corre, scivola via e va,

Di pelle bagnata di sale,

Che poi sia acqua tinta di rosso o lacrime di vino o sangue,

La differenza non la fa chi ti osserva, scruta e guarda.

E così passano i giorni,

Si staccano dall’anima infinite parole silenziose,

E poco prima che diventi buio,

Guardo gli occhi del mare,

E sogno,

E così ingoio una pillola,

Quattro parole messe in croce

Per farmi del bene da solo,

Per accarezzarmi da solo il Cuore.

Giuseppe La Mura giu 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Viene il giorno,

Ci si veste di luce,

Di nuovi attimi da vivere,

Da rivivere.

Parole, gesti, silenzi,

Come il mare con il suo movimento,

Lento e incessante.

Viene il giorno,

E t’immagino mentre ti rivesti,

La camicia bianca,

Il profumo che sposa il tuo corpo,

Le labbra rosee,

I capelli raccolti,

Il rumore dei passi, dei tacchi,

Penetrano nella mente, nella carne,

Un bacio e mi trapassi il cuore,

Rosso come i tramonti,

Che aspetterò giungano alla sera,

Come Te al tuo ritorno a casa.

Viene il giorno,

Ti immagino e sogno,

Ed sei già in un’altra Poesia.

Giuseppe La Mura giu 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web