Il sole

Scivolò dentro un sentiero

Portando con se le luci d’un pensiero.

Un tramonto dolcissimo,

Vidi il riflesso nei suoi occhi.

M’inebrio l’anima

Ubriacò persino il sangue di passione.

Il colore del mare si tinse di verde

Sembrava petrolio denso,

Velluto blu con trame di pizzo nero

Coprì il rosso dell’ardore,

L’essenza silenziosa del mio Cuore.

Le luci del porto e le stelle,

Accesero di fiammelle il cielo.

La trovai lì accanto a me,

Nuda,

E in quel silenzio

Sentii accendersi i suoi desideri,

Prendere tutto il mio Amore.

Giuseppe La Mura mar 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Il mare in tempesta

Irrompe e penetra

Nei pensieri

Nella pelle

Nel sangue

Nel cuore.

Sentire il mare

Le sue maree tumultuose

Il vento denso di sale e di brezza,

È lasciarsi spogliare

E farsi vestire da un lenzuolo bianco

Di spuma calda

Che mentre m’accarezza il corpo,

Sfiora e fa l’amore con la tua Anima.

Giuseppe La Mura mar 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Il tuo mare

Dentro di me

Fa rumore,

S’agita e si gonfia nel silenzio.

Maree s’infrangono su di me

Si spezzano d’infinite gocce.

Arriva l’amore

Una carezza di spuma calda

Figlia del cuore.

S’agita l’Anima

Sento su di me posarsi il vento caldo

Accende tutti i miei sensi

Accende il buio di stelle

Vedo astri di fuoco nel cielo notturno

Ti guardo e ti voglio

Mentre nei miei occhi

Brucia di Te il mio mare

E nel sangue sento la Passione.

Giuseppe La Mura mar 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web