Ultima domenica di gennaio,

E anche il primo mese

Com’è venuto,

Così è andato.

Raccolgo pezzi di follia,

Piccole schegge d’allegria,

Gocce di baci,

Caduti lievi sulle umide labbra.

La vita ci rende più veri,

Ci spoglia di tutto,

Ci toglie di inutili fardelli,

Si ripongono gli attimi brutti,

Si cercano nuove emozioni sulla pelle.

E così,

Accade all’improvviso

Che si desiderino carezze dal cielo,

Fredde come questi giorni,

Che trovino posto nel Cuore,

Nuovi solchi lungo la schiena,

Nuovi brividi e sensanzioni

Ore dense,

Calde,

Da trascorrere sotto le coperte.

E mentre fuori è freddo e piove,

Coprirsi di baci languidi,

Di ingenue e folli tenerezze,

Mani che cercano mani,

Per stringersi forte

Mentre si fa l’Amore.

Giuseppe La Mura gen 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web