Sopraggiungerà l’alba,

Sento i suoi passi avvicinarsi,

Lievi come quelli sulla neve,

Sui monti, sui tetti freddi delle case.

E mentre il sole sorge,

Vedo le cose cambiare,

Mentre vedo me,

Che non cambio mai.

Passano gli anni,

Imparo a vivere,

A camminare su lastre di ghiaccio,

Le stesse di sempre,

Ma ogni volta più sottili.

S’impara ad amarsi

Ad abbracciare il dolore,

A non cacciarlo più via,

E di notte portarlo a letto

Tenerlo stretto,

Quasi come fosse Amore.

Cambiano le cose,

Ma non i colori,

Ti ritroverò e divorerò

Le pagine scritte del tuo cuore,

E mi perderò tra le letture.

Sarai nei miei pensieri,

Quelli più profondi,

Sarai il riflesso che illminerà i miei occhi,

L’azzurro del cielo,

L’infinito blu,

Gli abissi del mare,

Sarai l’abbraccio più stretto,

Sarai dove ti verrò a cercare.

Giuseppe La Mura gen 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web