È oramai buio,

Tutto si dipinge di nero,

Il cielo, le nuvole, le ore,

Anche il mare sembra fatto di velluto,

Appena dipinto dal suo pittore.

È notte,

Intingo le dita e assaggio le ore,

Ti cerco nelle emozioni,

Ti cerco nelle parole,

Ti cerco nel buio,

Come se cercassi il profumo d’un fiore.

Chiudo gli occhi,

E cammino silenzioso

Nelle stanze del cuore.

Ti cerco come un luogo,

Una casa, una spiaggia col mare,

Cerco i tuoi occhi,

Nascosti dai capelli,

Mossi dal vento di infiniti tramonti.

Ti cerco nella notte,

Per sentirti dentro,

Il calore del fuoco,

Per sentire dentro di me,

Com’è l’Amore che provo per Te.

Giuseppe La Mura gen 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Pomeriggio d’inverno,

Sembra tutto grigio lì fuori,

Il cuore ridisegna tutto,

Pensieri, lineamenti, occhi,

Lo sguardo, i capelli ondulati,

Così folti che le ciocche

Sembrano piene e dense di pensieri,

Di sogni e di paure.

È bello star con te,

Ogni tua parola,

Ogni tuo discorso,

È come un nodo in gola,

Un tramonto rosso denso di “perchè”

Finito non per caso tra le tue ciocche.

E scioglierli è come entrare

In punta di piedi nel tuo cuore,

E amarti diventa bellissimo,

È spogliarti di tutte le paure.

Giuseppe La Mura gen 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Piove,

Son giorni di pioggia infinita

Scrosci d’acqua incessanti

Sembra di sentire il mare sotto casa.

Nel letto ascolto il cielo venire giù,

E le poche auto quasi navigare.

Nel buio ti penso,

Stringo il cuscino,

Chiudo gli occhi stretti,

Nemmeno la pioggia può entrare,

E le dita accarezzano i suoi orli,

Immagino di sfiorarti i capelli,

Bacio la schiena bianca,

Stringo la tua bellezza tra le braccia,

Esce una goccia calda,

È l’Amore,

Cade silenziosamente sulle tue labbra.

Giuseppe La Mura gen 2021
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web