L‘Amore,

Consumato nel silenzio delle luci,

Al buio,

Intimo,

Come un gioco segreto,

Dove si scoprono due corpi,

Si riconoscono dall’odore,

Perdendosi negli occhi,

Ritrovandosi nei baci

Lasciati come gocce di sale

Da sciogliere sulle labbra.

Che bello l’Amore,

Quello che divide,

Quello che unisce,

Che lega gli amanti

Con un esile filo al cuore.

E’ il canto del mare

Il suono delle risacche,

Due corpi immersi tra le onde

Tra bianche lenzuola.

Giuseppe La Mura ago 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web