download.jpg

Chiudo gli occhi

Sento appena l’alba

E’ un fil di vento che struscia ruvido sulla pelle.

Porta via l’odore di un notte

Che, svogliata, resta ancora appiccicata addosso.

C’è l’odore del caffè, viene dalla strada

Da quelli svegli prima di me,

Sonnambuli di questa torrida estate.

E mi arrivano i loro ricordi,

I loro propositi per la nuova giornata.

Sento chi è già stanco, chi dovrà stancarsi,

Sento quelli allegri, felici per le loro vacanze.

Mi alzo e decido di preparami il primo caffè,

Si, ne berrò tanti anche oggi.

E per ognuno di essi avrò un pensiero per te,

Perchè sei sempre nei miei pensieri,

Sei come una barca che mi aspetta per girare insieme il mondo

Sei nell’essenza della mia vita.

Sei come il caffè, il suo aroma unico, inconfondibile,

Che viaggi nei miei pensieri.

Entri e porti i ricordi più intensi dell’amore,

Delle carezze, dei baci rubati, delle gelosie,

Degli incontri più intimi, più folli.

Sei la gioia di aver trascorso del tempo con te,

Sei l’attimo della mia vita,

Sei l’amore più vero,

Unico,

Quello che amerò per sempre,

Quello che terrò stretto nel cuore,

Non ti dimenticherò mai.

Giuseppe La Mura ago 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web