Tu

Dolce come la luce del mattino

Danzi coi pensieri mentre il sole sorge.

Ti alzi dal letto,

Senza far rumore

E coi tuoi occhi luminosi, appena aperti,

Guardi il mondo fuori dalla finestra.

Chissà a cosa pensi

Restano sempre nascosti in silenzio i tuoi pensieri.

Restano nella penombra,

Mentre l’anima, sensuale

Resta avvolta tra le braccia strette,

Del corpo nascosto dalle biachce lenzuola,

Con gli occhi bagnati,

Dalla luce del nuovo giorno.

Giuseppe La Mura dic 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Sono venuto al mare,

Per incontrarlo,

Parlare di Te,

Dei brividi, delle emozioni, dei sensi che si accendono

Come lampi nel buio,

Che squarciano l’Anima.

Non servono parole

Per descrivere ciò che sento.

Quando vedo il mare

Riconosco l’Amore.

Giuseppe La Mura dic 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura (Baia di Castellammare di Stabia)

Il tuo viso

E’ come un campo di grano

Illuminato da una luce rosa

Quella del cielo al sorgere dell’alba.

I tuoi capelli nel vento,

Spighe imbrunite appena mosse,

Sembrano onde del mare accarezzate dal vento.

E la tua bocca,

Rossa profuma di fiori di pesco,

Inumiditi come fa la prima rugiada a primavera.

La luce t’accarezza le labbra,

Un bacio caldo,

Mentre il sole t’illumina d’amore.

Giuseppe La Mura dic 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web