Un respiro profondo,

Ecco cos’è il mare,

Con tutte le sue storie,

Nascoste tra le onde e le maree perenni,

Tra le tempeste e i giorni pieni di sale,

Mentre tiene sospesa su di se

Tutta la leggerezza del cielo,

Che danza vestito di luce e d’azzurro.

E così è un bacio,

Due labbra che si posano l’una sull’altra,

Fatte di carne, di sangue rosso che scorre e che scalda,

Che nasce da due cuori,

Dove c’è tutto il peso d’una vita,

Che tiene sospese anime leggere che danzano,

Vestite d’Amore.

Giuseppe La Mura dic 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura (Golfo di Napoli e Vesuvio visti da Monte Faito)

9 pensieri su “

I commenti sono chiusi.