L‘odore della terra umida

Rimestata al mattino

Si riposa verso la sera

Quando cala il sole all’orizzonte

E tutto si tinge di colori accesi

Pare quasi

Che non vogliano andar a spegnersi

Al buio, sprofondare nel nero.

E allora tingono ovunque

Sui tetti

Sulle case

Sulle strade ferrate

Sui campi e sui fiori

Che s’accendono d’oro.

Si posano sulle labbra

Sperando di esser presi

E custoditi di notte

Su labbra rosse

Piene d’Amore.

Giuseppe La Mura nov 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Chiudo gli occhi

Per un attimo

Il tempo di addormentarmi

Col desiderio di ritrovarti

Per perdermi nella luce dei tuoi occhi.

È notte

Nei pensieri oramai stanchi di lavoro

Tutto intorno a me sembra così confuso,

Annebbiato.

Ma di Te no,

Tutto è al suo posto.

Immagino il nostro nido caldo,

Immagino di correre verso te

Salire le scale in fretta

E vedere il cuore sfrecciare il lungo corridoio.

Busso alla porta semichiusa.

Mi apri

E ti rivedo

Bella più che mai.

Un abbraccio stretto

Interminabile

Parole dolci all’orecchio.

Il tuo profumo di Donna

L’odore del tuo calore

Il sapore delle tue labbra.

Ti sento ovunque

Tu sei ovunque

In ogni parte di me.

E mentre fuori tutto è avvolto nella nebbia

Balliamo, scaldandoci le labbra

Colorandole di baci e di vino rosso.

Ti stringo a me

Ti guardo

E mi perdo dentro di Te.

Giuseppe La Mura nov 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web