Fermo il mio tempo,

Il momento del tramonto,

Restandoti accanto,

Assaporando il tuo corpo.

Sento ancora il mare,

Il tuo odore,

Sento i profumi,

I mille colori e le sfumature dell’estate,

Ancora addosso,

Come Te, I tuoi occhi,

Le tue labbra appiccicate alle mie.

Sei come il segno bianco, lasciato dal costume,

Che vedo soltanto quando mi spogli.

Hai lasciato un segno sul Cuore,

Hai lasciato il tuo odore di Donna,

Impresso sul rosso delle mie labbra.

Mi hai preso per mano,

Per condurmi a scoprire tutti gli angoli,

A te stessa reconditi,

E mi porti in giro,

Per lasciarmi conoscere il tuo mondo.

Giuseppe La Mura ott 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web