I giorni trascorrono,

Sabbia imprigionata nelle clessidre,

Il tempo che morde le nostre vite.

Giorni che sembrano uguali,

Come quando osservo me stesso

Riflesso nel mare,

La mattina allo specchio.

Sembrano uguali

Questo susseguirsi di ore,

Di volti,

Delle molteplici emozioni.

Eppure c’è un momento,

Quello del tramonto.

È il volto di cui ogni giorno m’innamoro,

Ogni volta che lo sfioro lo sguardo

E immergo gli occhi e l’anima

Nel suo essere profondo.

Le parole sospese nei pensiero

Diventano sassi

Cadono silenziose

Nel suo specchio celeste,

Nel mare che sembra di carta velina,

Celeste e trasparente.

Giuseppe La Mura ago 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

Discofunk – Rocco Hunt

Discofunk

Passano gli anni ma è la stessa spiaggia
Io c’ho le scarpe già piene di sabbia
Buste di plastica volano al vento
La tristezza del mare d’inverno
Io che al mare vorrei averci casa
Però una casa senza gli orologi
Dove è vecchia e manco te ne accorgi
Ma che ci importa di che giorno è oggi
Sai cosa ci accomuna a questo mare
Che purtroppo siamo belli ma tenuti male
Tutti lo notano ma restano a guardare
Perché siamo solo oggetto di una foto da scartare
E balla, perché quando balli sei bella
Io volo nella mia navicella
Ti ho rubato una stella
La porterò sulla terra
Una cosa preziosa che tengo per meTutti quanti piangono di notte
Ognuno col suo mostro che lo inghiotte
Stanno passando pure il pezzo nostro
Ma tu non mi hai risposto
Odio tutte queste coppie storte
Ognuna col suo mostro che lo inghiotte
Io t’aspettavo lì allo stesso posto
Perché non mi hai risposto?Non lo perdere mai (non lo perdere mai)
Non lo perdere mai (non lo perdere mai)
Quel sorriso furbetto che ha reso perfetto il mio mondo di guai, ahi
Non ci crederai mai (non ci crederai mai)
Non ci crederai mai (non ci crederai mai)
Farlo con te è diverso
Metterò quel pezzo che amavi ballare in quella disco funk
Passano gli anni e sembra che la spiaggia
Ogni anno perda qualche metro
Forse colpa del tempo, dell’inquinamento, delle macchine in centro
Il surriscaldamento che scioglie i ghiacciai
Sì però tu non ti sciogli mai
Resti sempre ferma sulle tue
Quei programmi di cucina Sky
Non penso proprio li vedremo in due
Sai cosa mi accomuna a questa terra?
Che purtroppo la mia faccia mostra i segni della guerra
Conquistata e saccheggiata da tutti
A star sul precipizio ti ci abitui o ti butti giù
Ultimamente non mi caghi più
Non mi tagghi più sotto i video strani
Sto aspettando ancora che tu mi richiami
Se non l’hai fatto oggi allora lo farai domaniTutti quanti piangono di notte
Ognuno col suo mostro che lo inghiotte
Stanno passando pure il pezzo nostro
Ma tu non mi hai risposto
Odio tutte queste coppie storte
Ognuna col suo mostro che lo inghiotte
Io t’aspettavo lì allo stesso posto
Perché non mi hai risposto?Non lo perdere mai (non lo perdere mai)
Non lo perdere mai (non lo perdere mai)
Quel sorriso furbetto che ha reso perfetto il mio mondo di guai, ahi
Non ci crederai mai (non ci crederai mai)
Non ci crederai mai (non ci crederai mai)Farlo con te è diverso
Metterò quel pezzo che amavi ballare in quella disco funkNon lo perdere mai, non lo perdere mai
È stata colpa del tempo, dell’inquinamento, delle macchine in centro
Il surriscaldamento che scioglie i ghiacciai, ahi
Non lo perdere mai
Farlo con te è diverso
Metterò quel pezzo che amavi ballare in quella disco funk