Uno specchio

Basta uno specchio per vedere l’uno dividersi in due,

La simmetria delle forme.

Due labbra

Due gambe avvolte nel nero della notte,

Della calda seta.

Le rotondità geometriche del seno,

Le immensità silenti degli occhi,

Sono l’immagine speculare

Sono lo sdoppiamento d’una unità.

Così sono anche i macaron francesi,

Geometrici,

Rotondi,

Opposti ma specularmente uniti,

Legati

Come due metà d’una mela

Come il corpo d’una farfalla

Come il Cuore,

Così è anche l’Amore,

L’immagine speculare di due che si amano.

Giuseppe La Mura lug 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

3 pensieri su “

I commenti sono chiusi.