751736e3ed2dd2193327935f9122679e

Venivo da Te,

Ad incontrarti dietro ai vetri.

Venivo per parlarti di un libro,

Di un film che parlava di noi,

Di una canzone che mi riportava a te.

Venivo da Te,

Al tramonto,

Mi nascondevo

Dietro le ombre lunghe degli alberi,

Venivo di notte,

Soltanto per guardarti ancora un attimo,

Prima di addormentarmi.

E quando stavo con Te,

Restavo sveglio tutta la notte,

Per tenerti stretta,

Accarezzarti la pelle rosa prima che facesse alba,

Sognavo ad occhi aperti,

Che nessuno ti avrebbe mai portato via da te.

Giuseppe La Mura lug 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

f464ae99d1b223c621fc8dd09566dffb

L‘estate addosso,

Il Cuore nascosto.

Il Sole attraversa le imposte,

Attraversa i vestiti,

E lascia le tue labbra ruvide,

Accese di luce.

Le inumidisci,

Immergendo la bocca in un sogno,

Sono dolci, piene di scintillii di luce,

Fatti di desideri di baci ardenti.

E ti ritrovi ad assaporare il sale,

Un tuffo nel Cuore,

Per far l’Amore

Mentre sprofondi nel blu,

Il silenzio del mare.

Giuseppe La Mura lug 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Un velo di malinconia

Sensuale e dolce

Silenziosa come la nebbia

Che ammanta valli e monti,

Separa te da tutto il mondo intorno.

Nel mar dei tuoi occhi

Si agitano i tuoi desideri

E la voglia di attraversare gli oceani

Ma a nessuno viene al mare

A sentire l’odore dei tuoi pensieri

Accarezzarti i capelli

E sussurrarti di volerti amare.

Sono tutti avidi

Affamati come deserti

Cercano di rubarti e farti a pezzi

Per nutrirsi con un po del tuo caldo cuore.

Giuseppe La Mura gen 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Ogni giorno con te

Era come il primo giorno di scuola

Noi, in classi diverse, separati,

Aspettavo il suono della campanella

La fine delle lezioni

Per aspettarti e vederti uscire

Per un attimo, per un bacio di nascosto.

Ogni giorno con te

Era come l’inizio dell’estate

Partivi per le vacanze

E ti avrei aspettata al ritorno

Per rubarti un sorriso un altro bacio.

Ogni giorno con te

Era l’attesa della primavera

Era aspettare la nascita di un fiore

Giorni e giorni a fissare un vaso vuoto

Un seme che non cresceva

E quando si compiva il miracolo

Il tempo di un bacio

E tornava l’inverno.

Ogni giorno con te

Era l’attesa dell’Amore

E quando quel giorno arrivava

Le ore scorrevano più veloci dei minuti

E baciarti e farti l’amore

Durava quanto la vita di una farfalla

E già alla sera morivo

E riponevo gli attimi vissuti

Nei libro dei ricordi

Nelle parole che adesso scrivo

E custodisco tra l’anima e il cuore.

Giuseppe La Mura lug 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web