Trascorsi questi giorni,

A camminar tra strade deserte,

Il mondo era dentro le case.

Ogni casa una storia,

Ogni storia fatta da diverse persone.

Gli incontri non sono mai casuali,

E così lo sono anche le successive distanze.

Cammino tra strade deserte,

Strade che un tempo avevano visto insieme i nostri passi,

Tra pensieri, sogni, realtà, illusioni.

Cammino su queste strade,

Sento soltanto il suono dei miei passi,

Non rincorrono quelli del tempo,

Anzi, incedono lentamente,

Sempre più delicatamente.

Vedo il susseguirsi delle albe e dei tramonti,

Mi soffermo a guardare uno spicchio di luna

Sospesa nel cielo.

Mentre la notte nera mi scivola addosso,

Come una veste di sera nera.

La rugiada fredda che si posa sulla pelle calda,

Mentre i sogni sono ancora nei miei occhi,

Fermi e immobili nel petto.

Respiro questa vita,

Cammino per le strade del mondo,

Sorridendo col cuore pieno di dolce malinconia.

Giuseppe La Mura giu 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

2 pensieri su “

  1. ELENA

    Dovresti raccoglierle in un libro .
    Il tuo stile di scrittura è come un susseguirsi di passi nell’anima.
    Si scorgono e si avvertono intimità e profondità che camminano quasi in sordina lasciando orme fiorite dentro un sentiero solitario.
    La dolce malinconia del vivere la vita, l’amore, il creato colorano delicatamente i tuoi versi.
    Complimenti sinceri

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.