Un altro tramonto

Diverso dagli altri,

Come i giorni che cadono,

Fogli privi di vita

Che son staccati dal vento, dal Tempo.

E in questi giorni andati

Mi accorgo dei segni vivi incisi nei miei occhi,

Dell’Amore perduto, dei baci non dati,

Degli abbracci che restano vivi soltanto tra i ricordi.

E allora la mia malinconia

Assomiglia all’addio del giorno,

Al saluto degli amanti l’attimo prima della partenza,

Quando l’ennesimo tramonto

Giunge e li  separa, portandoli via con se.

Giuseppe La Mura mag 2020
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

3 pensieri su “

I commenti sono chiusi.