Esiste un sentimento

Esiste uno stato d’animo particolare

Che divide il mondo in due

Di chi lo vede da fuori

Di chi lo vive.

I primi,

I razionali, lo chiamano follia

I secondi,

Gli innamorati lo chiamano amore.

Ma da qualsiasi lato io lo guardi

Penso a Te

Lo intuisco

Perchè sei dentro di me

Sei il calore racchiuso dell’umanità

Sei il calore presente nell’abbraccio

Sei la comprensione

Sei tenerezza gusto passione.

Si sono folle e innamorato contemporaneamente

Per la lucida razionalità sono un folle

Ma anche un pazzo con un cuore

Che ama e aspetta soltanto Te.

 

Giuseppe La Mura lug 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

sensual-woman-in-lingerie-enjoying-her-time-in-bed-1080x720.jpg

Lascerò che i giorni passino

Che il mare lasci il sale sulla pelle

E bagnino i miei occhi di Te

Diamanti di luce bianca.

 

Giuseppe La Mura lug 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

 

È notte fonda

L’improvviso mi sveglia

Il letto è pieno di incertezze

Il sonno non si materializza

E allora navigo nei miei pensieri

Scuri neri come i mari nelle notti senza luna

Sono senza una direzione

Sembra di essere un sasso

Raccolto dalla nuda terra

E scaraventato lontano.

Fluttuo tra i miei abissi

In uno spazio senza confini

Dove non esiste il tempo

Dove non ci sono punti di riferimento

Privo di gravità

Non riesco a fermare i miei pensieri onirici

Agitati e scossi dai venti

Come pini marittimi mossi e sradicati da una tempesta.

Questo luogo non è più ancorato a terra

Vaga come me

Alla ricerca di un pianeta

Alla ricerca del sole.

Ogni notte è un lungo viaggio

A volte interminabile

Scritto dal destino

Segnato dalle curve dell’universo

Dal tempo della vita

Scandito dall’Amore.

 

Giuseppe La Mura ago 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Le poesie

Erano attimi

Erano tetti e mura di casa nostra

Erano respiri

Era stare insieme

Abbracciarsi

Baciarsi

Stringersi.

Le poesia

Erano il nostro tutto

Immateriale

Intangibile

Privo di ogni valore economico

Dove non esisteva alcun contratto.

Erano libertà

Erano mille modi diversi

Di farsi l’Amore.

E resteranno lì.

Ci ricorderanno di chi eravamo,

Di noi.

 

Giuseppe La Mura ago 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

istockphoto-1148384803-612x612.jpg

E mentre l’alba chiede spazio alla notte,

L’estate rinasce più calda ogni giorno che passa,

Ti vedo distesa tra le lenzuola,

Ancora con gli occhi chiusi

Mentre mordi le labbra,

Assapori la bocca.

E ti resta il sapore del sale

Di quando la notte ti ha portato l’Amore

E il mare all’alba

Ti ha consegnato alle braccia della riva bianca

Dove aspetterai ancora un’altra onda

Che ti porti via

Tra quelle braccia dove rinasce ogni notte l’Amore.

 

Giuseppe La Mura lug 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web