Cos’è l’amore,

Prima di te credevo di poterlo sapere.

Poi

Ti ho conosciuta

Ti sei confidata

Ti sei fidata e io ti ho seguita dovunque.

Cos’è l’amore,

È semplicità,

È condivisione di tutto

È un banchetto continuo

È digiuno

È silenzio

È perdono

È conoscenza

È riconoscenza

È un viaggio continuo mano nella mano

È fermare il tempo in due

È non aver timore dell’altro.

Tutto,

Dal tuo desiderio di farsi immortalare in una fotografia

Fino a scrivere io, di getto,

Poche parole rinchiuse in questa poesia,

Ogni attimo vissuto insieme,

È desiderare di farsi del bene

Di abbandonarsi alle braccia dell’amore.

Cos’è l’amore,

Ora davvero lo so.

Non avevo mai amato prima di te

Non avevo mai conosciuto l’amore.

Ho letto che quando ami davvero

Non lo dimenticherai più,

E io ti amerò per sempre.

 

Giuseppe La Mura ago 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Scriverò

Scriverò per viaggiare il mondo

Per allungare il tempo

Riempirlo di parole

Come se su di un foglio,

Inesistente,

Potessi far crescere un bosco,

Un giardino dove ricordarmi chi sono

Ricordarmi di Te,

Dell’amore vissuto con Te.

E ogni sera verrò qui

A pensarti

A continuare ad amarti

A stringerti a me

Anche solo per un attimo.

Guardare i tuoi occhi sorridenti e scintillanti,

Perdermi tra i nostri ricordi,

E su i riflessi purpurei del sole

Mentre cade sul mare delle tue dolci labbra.

Ti amerò per sempre

Come il sole che ritorna ogni giorno

Tra le braccia del mare

Stretto ad aspettare l’immobilità del tempo

Fino all’ora del tramonto.

 

Giuseppe La Mura ago 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

Nella camera semibuia

Penetra il giorno lentamente.

Entra in punta di piedi,

Senza far rumore.

Si posano sul corpo

I primi raggi di sole.

Li senti addosso lievi, caldi,

Come fossero carezze

Di mani che ti cercano ed esplorano,

Che toccano

Che avanzano

Che leggono il tuo corpo senza fermarsi mai.

Senti l’odore addosso dell’estate

Pungente come il sale

E di baci che si tuffano sul tuo corpo

Per inabissarsi giù, nei luoghi intimi del tuo corpo

Fino a toccarti il cuore.

 

Giuseppe La Mura ago 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web