Un tramonto di maggio

Somiglia a quello della piena estate

Il calore ti resta addosso

Ti penetra nel sangue

È come colla per le ossa.

Un tramonto di maggio

È come la tua Donna focosa

Senti i suoi occhi addosso

Le sue labbra incollate sulle tue

Il suo corpo che tiene la tua anima.

Un tramonto di maggio

Te che sei nei miei occhi

Anche adesso che non ci sei.

Sento le tue mani camminare su di me

Sento la tua carne scivolare addosso la mia

Sento il profumo del mare

La voglia d’amore

E il sogno di baciarti prima che la notte ti porti via.

 

Giuseppe La Mura mag 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Per i tuoi occhi – Loredana Bertè

“Per i tuoi occhi”

Per I Tuoi Occhi
Per i tuoi occhi ancora
Ho visto un po’ di azzurro nella vita mia
Due stelle giù in pianura
Che ci faranno male
E Loredana segue la scia
Per i tuoi occhi ancora
Ho chiesto scusa e sono andata via
La notte come vola
Con te sul monte Bianco
A far l’amore in stereofonia
Per i tuoi occhi cambia la luna
Per i tuoi occhi sono assassina
Per i tuoi occhi canto stasera
Braccata qui fra le tue braccia
Con quest’anima mia di margherita
Con la testa un poco spenta
Ma un milione di candele fra le dita
Per i tuoi occhi ancora
Girare come imbambolata al Luna Park
Un ago nella gola
Ma innamorata come ai tempi della scuola
Per i tuoi occhi cambia la luna
Per i tuoi occhi sono assassina
Per i tuoi occhi canto stasera
E ti rivoglio, ti rispoglio
Senza di te mi gira poco la fortuna
E brucia il cuore, brucia il mare
Brucia se qualcuno intorno si divola
Per i tuoi occhi ancora
Per i tuoi occhi piango stasera
E con le scarpe mie più belle
Salgo fino al paradiso delle stelle
E mentre corrono le ore
La mia bocca si consuma a dire
Amore, amore, amore amore.

 

04/07/2019

Le tue mani

Come nuvole che corrono su di me

A sfiorarmi gli occhi,

A toccarmi le labbra

A incendiarmi d’amore

Come fossi un cielo al tramonto.

Le tue mani

Come nuvole

Poggiate di me

A premermi sul Cuore

Sul petto

Fino a farmi parlare di Te

Di quanto ti tengo nel cielo dei occhi

Di quanto voglio il tuo Amore

Le tue mani su di me

Parlano di tutto

Nel silenzio così lievi

Che allontanano via ogni forma di dolore.

Giuseppe La Mura lug 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

Guido Piano – Fabio Concato

“Guido piano”

Guido piano
E ho qualcosa dentro al cuore
Che mistero
Non so neanche dove andare
E m’allontano
Anche se dovrei tornare
Lei m’aspetta
Si potrebbe preoccupare ma c’è tanto sole
E mi accorgo che ne ho bisogno come un fiore
E ho bisogno di stancarmi e di camminare
Di sentire l’acqua il vento e di respirare
Peccato che qui vicino non c’è il mare
Guido piano
Che mistero dopo il ponte cambia il mondo
Viene voglia di cantare
Questa sera
Te lo voglio raccontare
Son sereno
Come se fosse Natale
E ho tanta voglia
Di sdraiarmi su questa terra cosi calda
Di dormire e di sognare che questo fiume
Lentamente mi porta fra i monti e le pianure
E mi culla come un bambino fino al mare
Amore mio perché ogni volta scappo via
Siamo cosi lontani dai profumi e dalla vita
Forse t’incontrerò dove comincia il mare
Quando mi sveglierò sarò migliore.
04/07/2019

Nella stanza entrano nuvole

Il vento caldo danza silenzioso

Camminando in punta di piedi sul letto

Attraversando le lenzuola

E la luna resta fuori a guardare

Come i miei occhi

Che guardano noi

Stretti dentro ancora a far l’amore.

 

Giuseppe La Mura giu 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Mi manchi – Loredana Bertè

“Mi manchi”

Prendi e te ne vai
E non mi chiami mai, mi manchi, mi manchi 
Quella fortunata
Io la donna più invidiata, dicono di me, ma tu
Già mi manchi
Mi hanno detto
Che hai un’altra storia
Che quando sei con lei, poi l’abbracci
E la stringi
Come stringevi me quando ballavamo, e mi dicevi
Amo solo te
A cosa serve l’amore, se ti spezza il cuore
Se fa solo male, se ti fa impazzire
Dal dolore
Avrei pernsato di chiamarti
Solo per dirti che mi manchi, stanotte, mi manchi
Non mi importa della gente
Senza di te non voglio niente, mi manchi, stanotte
Già mi manchi
Quelle cose
Che io volevo darti
Svaniscono nel buio, giù nel buio
Ora che, che sei andato via
Ho chiamato per sentire la tua voce
E se hai cambiato idea
Devo dirti che tu mi mancherai
Si mi mancherai, e mi mancherai
E ti amo

 

03/07/2019

Lei è tutto per me

Lei è la mia vita

La mia alba la mia notte

Lei è nel tramonto

Lei è il nome silenzioso

Che resterà per sempre sulle mie labbra

Che sussurrerò al silenzio della mia casa

Perchè tutto intorno a me

Parli soltanto di Lei.

Giuseppe La Mura giu 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

The look of Love – Diana Krall

“The look of love”

 

The look of love
Is in your eyes
A look your smile can’t 
disguise
The look of love
Is saying so much more than
Just words could every say
And what my heart has heard
Well it takes my breath away
I can hardly wait to hold you
Feel my arms around you
How long I have waited
Waited just to love you
Now that I have found you
You’ve got the look of love
It’s on your face
A look that time can’t erase
Baby be mine, tonight
Let this be just the start of 
So many nights like this
Let’s take a lovers vow
And seal it with a kiss
Don’t ever go
Don’t ever go
I love you so
The look of love
Let this be just the start of
So many nights like this
Let’s take a lover’s vow
And baby we’ll seal it with a kiss
02/07/2019

Temptation – Diana Krall

“Temptation”

 

Rusted brandy in a diamond glass
Everything is made from dreams
Time is made from honey slow and sweet
Only the fools know what it means
Temptation, temptation, temptation, I can’t resist
Well I know that he is made of smoke
But I’ve lost my way
He knows that I am broke
But I must play
Temptation, oh temptation, temptation, I can’t resist
Dutch pink and Italian blue
He is there waiting for you
My will has disappeared
Now confusion is so clear
Temptation, temptation, temptation
I can’t resist
Temptation, temptation, temptation
I can’t resist
02/07/2019

È da poco l’alba

Un’altra mattina d’estate

Le strade sono vuote

Deserte di vita

Ognuno sta nel proprio letto

Mentre tiene stretto in pugno un sogno.

Preparo il caffè

Mentre penso alle nostre notti insieme

Al silenzio rotto dai tuoi baci

Alle tue mani che stringono forte me

Ai desideri che ci tengono insieme.

E mentre il caffè lentamente sale

Sento la tua voce che sussurra piano

“Amore, vieni qui accanto me,

Voglio stringerti prima che il tempo ti porti via”

E ritorno nel letto,

Vuoto apparentemente,

Ma pieno della voglia per Te

Accanto al mio sogno che dorme ancora,

Che respira piano,

Che stringo dolcemente nella mano

Al desiderio del tuo corpo da me lontano

Accanto alla voglia di baciarti

E di far l’amore tra le lenzuola,

Per una notte,

Per tutta la vita e ancora.

 

Giuseppe La Mura giu 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web