Vengo qui ogni giorno

E ogni anno è come quello precedente.

Ogni giorno osservo, sento, ascolto il rumore del silenzio.

Questo luogo è più di un credo

È l’essenza della vita che esiste e che non vedo.

Questo luogo è una casa, la mia casa,

Fatta di niente, di parole come foglie, esposte al vento,

A logorio inutile del tempo.

Questo luogo è più sacro di una, cento, mille basiliche, chiese, santuari.

Questo luogo è più sacro di un sepolcro.

Questo luogo

Mi contiene,

Mi tiene,

Trattiene,

Come fosse un eterno interminabile abbraccio.

Questo luogo sarà il letto

Dove riposerò la polvere e le ossa.

Questo luogo è dove son nato

Dove ogni giorno vengo per ricordarmi chi sono

Dove vengo a confidare nel silenzio

Che esisti Tu,

Che Tu sei l’Amore

Che vivo di Te,

Ogni giorno,

Ogni respiro silenzioso del mio Cuore.

 

Giuseppe La Mura lug 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

Annunci

5 pensieri su “

  1. Ciao, ho letto una poesia del mese di Marzo che inizia così: “A volte basta un attimo,

    Un’incrocio di sguardi,… mi piace molto… posso farla leggere ai colleghi nella prossima Puntata Speciale in Radio? Andrà in onda sicuramente ad agosto… in attesa, buona serata ^_^

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.