Ognuno ha un amore cucito addosso

E quando di sera ti spogli

Resti vestita di baci

Di segni,

Disegni di mani

Di cicatrici

Di morsi fatti da labbra affamate.

È di notte

Quando il sole tramonta e cola a picco giù nel mare

Che ti spogli e ti vesti di luci notturne

Di pallidi raggi di Luna.

È di notte

Che senti come me

La fame

L’amore che cammina nel letto

Attraversando l’anima

Avvolta tra le nude lenzuola.

 

Giuseppe La Mura mag 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

E poi ci basta un sorriso

Un pezzo di sole caldo tra i denti

E le risacche del mare ad accarezzarci

E ci basta quel poco che siamo

L’amore morso al calar del giorno

Quel buio inatteso che ci scivola giù nel sangue

L’istinto puro che penetra tra le crepe dell’Anima

Attraversandoci pungente le ossa

Fino a farci sentire tutt’uno col creato

Fino a bastarci e sfamarci d’amore.

 

Giuseppe La Mura mag 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

Un tramonto di maggio

Somiglia a quello della piena estate

Il calore ti resta addosso

Ti penetra nel sangue

È come colla per le ossa.

Un tramonto di maggio

È come la tua Donna focosa

Senti i suoi occhi addosso

Le sue labbra incollate sulle tue

Il suo corpo che tiene la tua anima.

Un tramonto di maggio

Te che sei nei miei occhi

Anche adesso che non ci sei.

Sento le tue mani camminare su di me

Sento la tua carne scivolare addosso la mia

Sento il profumo del mare

La voglia d’amore

E il sogno di baciarti prima che la notte ti porti via.

 

Giuseppe La Mura mag 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Per i tuoi occhi – Loredana Bertè

“Per i tuoi occhi”

Per I Tuoi Occhi
Per i tuoi occhi ancora
Ho visto un po’ di azzurro nella vita mia
Due stelle giù in pianura
Che ci faranno male
E Loredana segue la scia
Per i tuoi occhi ancora
Ho chiesto scusa e sono andata via
La notte come vola
Con te sul monte Bianco
A far l’amore in stereofonia
Per i tuoi occhi cambia la luna
Per i tuoi occhi sono assassina
Per i tuoi occhi canto stasera
Braccata qui fra le tue braccia
Con quest’anima mia di margherita
Con la testa un poco spenta
Ma un milione di candele fra le dita
Per i tuoi occhi ancora
Girare come imbambolata al Luna Park
Un ago nella gola
Ma innamorata come ai tempi della scuola
Per i tuoi occhi cambia la luna
Per i tuoi occhi sono assassina
Per i tuoi occhi canto stasera
E ti rivoglio, ti rispoglio
Senza di te mi gira poco la fortuna
E brucia il cuore, brucia il mare
Brucia se qualcuno intorno si divola
Per i tuoi occhi ancora
Per i tuoi occhi piango stasera
E con le scarpe mie più belle
Salgo fino al paradiso delle stelle
E mentre corrono le ore
La mia bocca si consuma a dire
Amore, amore, amore amore.

 

04/07/2019

Le tue mani

Come nuvole che corrono su di me

A sfiorarmi gli occhi,

A toccarmi le labbra

A incendiarmi d’amore

Come fossi un cielo al tramonto.

Le tue mani

Come nuvole

Poggiate di me

A premermi sul Cuore

Sul petto

Fino a farmi parlare di Te

Di quanto ti tengo nel cielo dei occhi

Di quanto voglio il tuo Amore

Le tue mani su di me

Parlano di tutto

Nel silenzio così lievi

Che allontanano via ogni forma di dolore.

Giuseppe La Mura lug 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

Guido Piano – Fabio Concato

“Guido piano”

Guido piano
E ho qualcosa dentro al cuore
Che mistero
Non so neanche dove andare
E m’allontano
Anche se dovrei tornare
Lei m’aspetta
Si potrebbe preoccupare ma c’è tanto sole
E mi accorgo che ne ho bisogno come un fiore
E ho bisogno di stancarmi e di camminare
Di sentire l’acqua il vento e di respirare
Peccato che qui vicino non c’è il mare
Guido piano
Che mistero dopo il ponte cambia il mondo
Viene voglia di cantare
Questa sera
Te lo voglio raccontare
Son sereno
Come se fosse Natale
E ho tanta voglia
Di sdraiarmi su questa terra cosi calda
Di dormire e di sognare che questo fiume
Lentamente mi porta fra i monti e le pianure
E mi culla come un bambino fino al mare
Amore mio perché ogni volta scappo via
Siamo cosi lontani dai profumi e dalla vita
Forse t’incontrerò dove comincia il mare
Quando mi sveglierò sarò migliore.
04/07/2019