La luna che passa attraverso le fessure

Poi si ferma sul tuo viso

Lo illumina appena

E le tue labbra sembrano onde del mare

Luccicano insieme alle stelle.

Il cielo terso e limpido

È infinito come i tuoi occhi neri

Lavati dalla pioggia,

Limpidi e trasparenti senza peccato.

E mentre la luna si posa sui tuoi seni

Il tempo si ferma per un attimo

E io dal sogno emergo alla realtà.

C’è buio nella stanza

E c’è una luce giù nel cuore.

Sei sempre tu a dare forma

Ai miei sogni ad occhi aperti,

Sei tu col tuo sorriso

Che posi lo sguardo sul mio viso.

Sei tu che attraversi le fessure

E ti vieni a posare sulla mia anima.

Sei soltanto tu

Che riesci ad entrare tra le crepe del mio cuore

E che mi lasci intravedere le tue forme dell’amore.

 

Giuseppe La Mura apr 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

2 pensieri su “

I commenti sono chiusi.