Distesa

Distesa coi pensieri immobili sul letto

Raggomitolati al caldo tra le gambe

Un tenue raggio di luna

Attraversa una ferita dell’imposta

E ti trafigge l’aria che respiri

È il buio intorno

È l’oscurità che vedi a spaventarti.

Non vedi gli spigoli

Eppure sai che ci sono.

Vorresti addentrarti nel lato più oscuro di Te.

Camminare tra sogni nascosti

Intimi desideri

Amori impossibili

Passioni devastanti.

Passeggi su e giù tra i pensieri

Tra i ricordi

Passeggi eppur sei distesa nel letto.

L’amore,

Il suo lato oscuro ti attrae

Anche se fa ancora male

È una ferita sottilissima

Aperta soltanto da un bacio

Dal sapore dolce amaro.

 

Giuseppe La Mura mar 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web