#piccoleStoriediAmore

foto

“Io che dormivo poggiato alla tua schiena, una mano sotto al cuscino e l’altra sul tuo cuore, sul tuo seno. La finestra spalancata e quel vento frizzante del mattino portava l’odore caldo e fragrante dei croissant del bar sotto al palazzo. Le campane della chiesetta del paesino richiamavano i fedeli mattinieri per la prima Messa di quella domenica. Tu mugolavi mentre ti baciavo la schiena e giocavo con la barba ad accarezzarti e farti il solletico. Quanto calore in quel nostro amarci in silenzio. Le parole scorrevano sulle labbra mie poggiate sul tuo corpo e tu le scrivevi nel tuo cuore. I capelli raccolti profumavano di vaniglia e fiori di campo e io ti rincorrevo ad occhi chiusi cogliendo in te ogni più piccola margherita.
Era una domenica normale. Il Cuore batteva forte. Ti sussurrai, ora mi alzo, devo andare in clinica mi hanno chiamato per un’urgenza, ma prima di andare via ti preparo il caffè.
Ti voltasti e con gli occhi chiusi sussurrasti di tornar presto, volevi che mi perdessi su quel letto a raccogliere con te farfalle e fiori, per abbracciarci e sorridere senza un perchè.”

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

#piccoliRomanzi

1462fe95ab2b362af83ea2ce786ba309.jpg

Capitolo I

Lui la guardò, era bellissima, nera scura, occhioni verde smeraldo che ci sentiva l’odore del mare ogni volta che la osservava attentamente. Con uno slancio misto di paura e spavalda timidezza le sussurrò, accostandosi all’orecchio:

– “quanto sei immensamente bona”

e Lei subito rispose fiera, arrossendo e sorridendo, nascondendosi dentro quei lunghi capelli che le arrivavano lasciando intravedere un sedere da incanto:

– “si, …sono tutta bona, come un piatto di pasta….sono bona e tutta da mangiare”

Fu una risposta che lo spiazzò completamente fino a farlo sentire in imbarazzo. A volte il lupo è soltanto quello che mangerà per primo la sua preda.

Fine

fiori

Trascorrevano gli istanti

I petali volavano staccati dal vento

Il sole si posava sugli occhi stanchi

Era tutto bello così

La Vita va in avanti

Come un fiore che mille volte rinasce

Mentre il giorno poi muore.

 

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web