Stavo inseguendo le linee rosse

D’un tramonto

I disegni d’un sogno

D’un sole vissuto nel giorno

Come un papavero mosso dal vento

Affondato nel silenzio del dolore.

E mentre cadevo nel mare

Mi prendevi nei ricordi

Afferravi di petto le mie emozioni

Di quando mi mordevi le labbra

Con dolcezza e impetuosa prepotenza

E insieme scrivevamo della felicità fugace della passione.

E mentre seguivo quelle linee rotonde

Mi sono svegliato dal sogno

E avevo Te,

Il tuo nome sulla bocca,

Nelle stanze del Cuore.

 

Giuseppe La Mura 06 mar 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web