Avevamo dormito insieme

Era la nostra prima notte

E tu,

Poco prima di andar via da me

Non sapevi cosa fare.

Tra paure, timori,

E tanta voglia di scappare,

Trovasti il tuo coraggio,

Restare ancora un altro pò con me,

Per non lasciarmi andar via da Te,

Come se già ti sentissi morire dentro,

Mentre io già stavo impazzendo di Te.

Ero seduto sul ciglio del mio abisso,

Ero sul letto

E Tu dinanzi a me, vestita

Pronta a uscire dalla mia vita.

Qualcosa ti frenò,

L’istinto, l’impulso,

Il desiderio accompagnato dalla voglia

Di farti baciare ancora.

Ti avvicinasti dolce,

Ti sbottonasti la camicetta,

Ti spogliasti del reggiseno

E ponesti il tuo seno caldo,

Turgido e voglioso

Davanti il mio viso.

Volevi l’Amore,

Tutto,

Volevi sentire la mia passione,

La voglia pazza che avevo di Te.

Volevi che ti amassi ancora una volta

Senza che ci fosse un domani

Perchè sapevi

Che il nostro Amore

Non aveva un domani.

E quel tuo seno

Davanti al mio volto

Era un dono

Così come lo era il mio Amore per Te.

 

Giuseppe La Mura 04 mar 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web