Duel – Propaganda

“Duel”

 

Eye to eye stand winners and losers
Hurt by envy, cut by greed
Face to face with their own disillusions
The scars of old romances still on their cheeks
And when blow by blow
The passion dies sweet little death
Just have been lies
Some memories of gone by time would still recall the lies
The first cut won’t hurt at all
The second only makes you wonder
The third will have you on your knees
You start bleeding, I start screaming
It’s too late, the decision is made by fate
Time to prove what forever should last
Whose feelings are so true as to stand the test?
Whose demands are so strong as to parry all attacks?
And when blow by blow
The passion dies sweet little death
Just have been lies
Some memories of gone by time will still recall the lies
The first cut won’t hurt at all
The second only makes you wonder
The third will have you on your knees
You start bleeding, I start screaming
The first cut won’t hurt at all
The second only makes you wonder
The third will have you on your knees
You start bleeding, I start screaming
The first cut won’t hurt at all
The second only makes you wonder
The third will have you on your knees
You start bleeding, I start screaming
The first cut won’t hurt at all
The second only makes you wonder
The third will have you on your knees
You start bleeding, I start screaming
27/03/2019
Annunci

Nel buio del cuore

Celi il lato nascosto della luna,

Nelle oscure profondità

Ti rifugi dall’amore

E nascondi la luce pura dell’anima.

 

Giuseppe La Mura mar 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

A volte basta un attimo,

Un’incrocio di sguardi,

Un bacio improvviso,

Un sorriso dopo giorni di pioggia.

A volte basta un pò di vento

Che corre sul corpo

Che intreccia le tue dita

Per sentire un’emozione

Scendere giù nel cuore.

A volte basta un attimo

Due righe, una nuvola come foglio di carta

E un pò di poesia

Per sentire tra le pieghe del letto

Tra le pareti del cuore

Cos’è l’amore.

 

Giuseppe La Mura mar 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Fragile – Sting

“Fragile”

 

If blood will flow when flesh and steel are one
Drying in the color of the evening sun
Tomorrow’s rain will wash the stains away
But something in our minds will always stay
Perhaps this final act was meant
To clinch a lifetime’s argument
That nothing comes from violence and nothing ever could
For all those born beneath an angry star
Lest we forget how fragile we are
On and on the rain will fall
Like tears from a star
Like tears from a star
On and on the rain will say
How fragile we are
How fragile we are
On and on the rain will fall
Like tears from a star
Like tears from a star
On and on the rain will say
How fragile we are
How fragile we are
How fragile we are
How fragile we are
29/03/2019

Distesa

Distesa coi pensieri immobili sul letto

Raggomitolati al caldo tra le gambe

Un tenue raggio di luna

Attraversa una ferita dell’imposta

E ti trafigge l’aria che respiri

È il buio intorno

È l’oscurità che vedi a spaventarti.

Non vedi gli spigoli

Eppure sai che ci sono.

Vorresti addentrarti nel lato più oscuro di Te.

Camminare tra sogni nascosti

Intimi desideri

Amori impossibili

Passioni devastanti.

Passeggi su e giù tra i pensieri

Tra i ricordi

Passeggi eppur sei distesa nel letto.

L’amore,

Il suo lato oscuro ti attrae

Anche se fa ancora male

È una ferita sottilissima

Aperta soltanto da un bacio

Dal sapore dolce amaro.

 

Giuseppe La Mura mar 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

bacio

L‘Amore dura un attimo

Un battito d’un volo di due uccelli

Una parentesi ferma in uno sguardo

Due respiri ravvicinati

Due cuori due corpi all’unisono

Due infiniti

Due labbra vicine

Nello spazio infinitamente piccolo d’un bacio.

 

Giuseppe La Mura ott 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Aspetti la sera

Per vestirti di nero

Per nasconderti meglio

Mentre condurrai il gioco

E lascerai la porta spalancata all’Amore

Per farlo entrare

Sprofondare nei tuoi infiniti Abissi.

 

Giuseppe La Mura mar 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Gioielli Rubati 31: Giuseppe La Mura – Cipriano Gentilino – Frabrizio Centofanti – Felice Serino – Paolo Beretta – Maria Allo – Marco G. Maggi – Anna Leone.

almerighi

I miei risvegli
Sono intinti nell’indaco
Oltre me
Si svegliano anche i ricordi
E dunque sprofondo nel mare
Che mi porto dentro.

di Giuseppe La Mura, qui:
https://giuseppelamura.wordpress.com/2019/03/14/15620/

*

a domani

sto dormendo, chi siete ?

siamo te

e che fate ?

cerchiamo il tempo, lo abbiamo perso al luna park

e quelle ombre ?

umani come noi fuggiti dal giostraio

oh !

dormiamo insieme e un tempo forse ci troverà

e per loro

facciamo spazio nel letto ora.

A domani.

di Cipriano Gentilino, qui:
https://ciprianogentilinonuccio.wordpress.com/2019/03/14/a-domani/

*

Tornare a casa

Avevo fame, e mi avete respinto,
ma avete fatto la fila per ricevermi nell’ostia.
Avevo sete, ma mi avete lasciato
in balia delle onde, dell’acqua che dà morte,
anziché dissetare.

Ero malato, ma vi siete rifatti il viso un’altra volta,
piuttosto che occuparvi del mio volto sfigurato.
Ero straniero, ma mi avete bollato
come nemico della pace, pur di serbare

View original post 572 altre parole