tende

Divenni cieco

C’era solo Lei

Ad Illuminare d’Amore i giorni miei.

~

Divenni cieco

C’era solo Lei

Ad Illudere d’Amore i giorni miei.

 

Giuseppe La Mura 28 lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

autunno

Scrivo in silenzio

Per farti ascoltare come sia pieno il Cuore.

Un tempo le mie parole cadevano nel vuoto

Negli abissi dell’Anima

Piume di piombo senza far alcun rumore

Annegando nella baratro della mia solitudine

Che si specchiava simile alla tua.

Raccogliesti quelle parole

Le portasti nel tuo grembo

Come fossero foglie secche

A riempire gli spazi ancora bianchi

Di un vecchio album pieno di ricordi.

Ora scrivo nel silenzio

Per farti sentire dentro me

Il battito all’unisono di due Cuori

Uniti per mano per tenersi stretti i loro tremori

Fatti coi respiri profondi

Vivi nelle loro emozioni.

 

Giuseppe La Mura ott 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Ascolta & Leggi: Tre poesie di Giuseppe La Mura e una canzone dei Babe Ruth

Flavio Almerighi almerighi.wordpress.com

almerighi

C‘è un posto unico
Dove far l’Amore
Io e Te.
Dentro Te
Dentro Me
Racchiusi e stretti
Tra i veli delle Anime, libere come il vento.
E
Sfiorando
Leggendo
Baciando
I pensieri scritti
cuciti col sangue dalla vita
sui veli ammantati di bianco
Leccheremo le Poesie
Odoreremo gli Inchiostri
Ameremo le follie
Imprigionate tra le ferite aperte

*

Passano col tempo
Tutti i tuoi perché,
E restano negli occhi
Soltanto inutili domande,
Prive oramai di alcun senso.

Perchè in inverno cadono le foglie,
Perchè la vita è a volte così dura,
Perchè l’amore è una stagione
E il suo tempo è lungo quanto il giorno.
Le domande, sempre quelle.

E poi succede che il silenzio ti racconti le risposte.

A volte accadono tramonti,
La cui bellezza resta immutata,
Come i tuoi lineamenti,
Lascino senza respiro Me,
Senza che ci siano inutili parole.

E l’amore,
E’ come un tramonto,
Bellissimo,
Eterno…

View original post 286 altre parole