Promises – Calvin Harris & Sam Smith

“Promises”

 

Are you drunk enough?
Not to judge what I’m doin’
Are you high enough?
To excuse that I’m ruined
‘Cause I’m ruined
Is it late enough?
For you to come and stay over
‘Cause we’re free to love
So tease me, hmmm
I make no promises, I can’t do golden rings
But I’ll give you everything (tonight)
Magic is in the air, there ain’t no science here
So come get your everything (tonight)
I make no promises, I can’t do golden rings
But I’ll give you everything (tonight)
Magic is in the air, there ain’t no science here
So come get your everything (tonight)
Tonight
(You’re everything tonight)
Is it loud enough?
‘Cause my body is calling for you, calling for you
I need someone, to do the things that I do
I’m heating up, energy’s taking control
I’m speeding up
My heartbeat’s dancing alone
I make no promises, I can’t do golden rings
But I’ll give you everything (tonight)
Magic is in the air, there ain’t no science here
So come get your everything (tonight)
I make no promises, I can’t do golden rings
But I’ll give you everything (tonight)
Magic is in the air, there ain’t no science here
So come get your everything (tonight)
Tonight
(You’re everything tonight)
‘Cause I need your green light
Day and night, say that you’re mine
‘Cause I need your green light
Day and night, say that you’re mine
Say that you’re mine
Say that you’re mine
I make no promises, I can’t do golden rings
But I’ll give you everything (tonight)
Magic is in the air, there ain’t no science here
So come get your everything (tonight)
I make no promises, I can’t do golden rings
But I’ll give you everything (tonight)
Magic is in the air, there ain’t no science here
So come get your everything (tonight)
04/01/2019
Annunci

rosa.jpg

Quante stagioni

Son cadute davanti ai tuoi occhi.

Le osservi con la tua purezza,

E come una bimba ti stupiscono ancora.

La neve che si posa sui tetti,

Rendendo tutte le case uguali alla tua.

Le nuvole grigie che corrono pigre,

Il focolare che ti tiene al caldo è sempre acceso.

L’attesa della primavera

Mentre fuori tutto dorme sotto la neve

Tu che riposi il cuore sotto le coperte.

Gli alberi e le rose del tuo giardino

Restano spogli e muti,

Come l’amore e tutti i tuoi sogni.

Come il mio pensiero per te,

Spoglio e nudo,

Come le ultime foglie

Trascinate lontane col vento.

 

Giuseppe La Mura 03 gen 2019
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

CopyRight Legge 248/2000

1531481605-copy.jpg

Legge 18 agosto 2000, n. 248

Nuove norme di tutela del diritto d’autore

(Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 206 del 4 settembre 2000) 

Dal 2000 in base alla legge 248: ”…tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente protetti dal diritto d’autore. L’art. 6 della Legge 633/41 stabilisce che ogni opera appartiene moralmente ed economicamente a chi l’ha creata. Pertanto è illegale (Legge 22 aprile 1941 N° 633 – Legge 18 agosto 2000 N° 248), copiare, riprodurre (anche in altri formati o supporti diversi), pubblicare parti di essi se non dietro esplicita autorizzazione. La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali.”

L’autore titolare di questo sito La Mura Giuseppe intende avvalersi di tale Legge per eventuali furti di racconti, post o stralci di essi.

 

http://www.camera.it/parlam/leggi/00248l.htm

la casa a strapiombo sul mare – Cap I

woman

– Capitolo I –

“Percorrerai un lungo viale alberato di pioppi a entrambi i lati. Di questa stagione se soffri di allergia al polline, ti sconsiglio di venire. Cade a fiotti il polline dai pioppi ed è uno spettacolo vedere batuffoli cadere giù leggeri, trasportati dal vento. Sembra una pioggia incessante di finissimo zucchero filante. Con l’auto non puoi raggiungermi, la strada è sterrata, impervia e stretta. Verrai, ma tanto non verrai, a piedi e pertanto porta un foulard da poggiare sui capelli, una giacca leggera di nylon su cui possa scivolare il polline altrimenti arriverai imbiancata davanti al cancello di casa. Ecco, quando sarai giunta alla porta spingi ed entra, la lascio aperta, tanto so già che non verrai. Entra e percorri il corridoio poco illuminato, stai attenta agli scaffali impolverati e ai piccoli tavolini con soli tre piedi, in bilico perchè stracolmi di libri. Mentre cammini fai attenzione a non inciampare ai libri lasciati a terra. A volte prendo i caffè sdraiato sul pavimento mentre leggo e capita di dimenticarli proprio lì. Man mano che percorrerai il corridoio vedrai a destra e sinistra piccole stanze, poco illuminate, con le imposte aperte e le tende che svolazzano senza tregua. Ti sembrerà di udire il mare, non ti sbagli. La casa sorge su un promontorio a strapiombo sul mare. In una stanza vedrai il pianoforte al centro, giusto un piccolo raggio di luce sul leggio e nulla più. Man mano che percorrerai il corridoio seguirai le tracce lasciate da pollicino. Piccole cartacce sparse e appallottolate e comincerai a sentire il ticchettio di una tastiera. Ti sembrerà strano, si infatti è metallico. Non uso il pc per scrivere ma una vecchia Olivetti 32 da battaglia. Entra e se ci sarai mi alzerò, e verrò verso di te. Altrimenti, se non sarai lì, continuerò a darti le spalle e noncurante della tua assenza continuerò a scrivere, magari proprio a Te, come in questo momento. Se verrai ti bacerò, ti ruberò i pensieri, gli sguardi, le mani poggeranno sulle tue, sui tuoi fianchi, sul tuo corpo. E se vorrai, e se verrai, faremo l’Amore nel letto della stanza bianca, quella con tutte le poesie scritte sui muri. E, te lo dico già da ora, non saremo soli. Troverai amanti ovunque, tra le lenzuola, nascoste sotto al letto, negli armadi, anche nel comodino. Io non sono mai solo, tutte le notti leggo di poeti e poetesse, annuso gli umori, mi nutro delle loro essenze, ci faccio l’Amore con l’Anima. Se verrai stasera, ad esempio, mi troverai con alcune Donne Sylvia, Irene, Anna, Saffo, Sulpicia. A volte potresti trovare anche Uomini nel letto, Pierpaolo, Giosuè, Pablo, ad esempio. Si, ma tanto tu non verrai, cosa te le racconto a fare le mie malattie? A cosa servirebbe ? Tu giungerai davanti al viale alberato, spulcerai in lontananza qualche piccolo dettaglio e ritornerai sui tuoi passi. Funziona così, anche perchè l’ho appena scritto. Il destino s’è compiuto. Ma ti aspetto, io ti aspetto, verrai ?”

 

Giuseppe La Mura 18 mag 2016
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Cocktail d’Amore – Stefania Rotolo

“Cocktail d’Amore”

 

Io vengo sempre qui in discoteca 
per cercare qualche cosa da amare 
la nazionalità non è così importante 
crollo solamente se è un boom d’amante 
Stai con me 
con me 
con me 

Io voglio un incontro felice 
ed osservare tutto ciò che dice 
Stai con me 
con me 
con me 

È un cocktail d’amore con te 
un cocktail d’amore con chi 
mi può dare l’amore 
può farmi soffrire 
e farmi morire, morire se vuole. 
Un cocktail d’amore con te 
un cocktail d’amore con chi 
mi rinfresca la mente 
è tutto, è niente chissà se è importante 
o dura un istante 

Avere incontri è così eccitante 
ma le ansie son mille, son tante 
Stai con me 
con me 
con me 

È un cocktail d’amore con te 
un cocktail d’amore con chi 
mi può dare l’amore 
può farmi soffrire 
e farmi morire 
morire se vuole… 
Un cocktail d’amore con te 
un cocktail d’amore con chi 
mi rinfresca la mente 
è tutto, è niente 
chissà se è importante 
o dura un istante.

 

04/01/2019

Questo Dolore – Spleen et Ideal 3 mar 2015

bacio

Questo Dolore
Lo porterò dentro L’Anima…
Lo cucirò sul suo etereo fragile velo…
Sarò…
Sabbia e clessidra di questo tempo…
Sarò
Il giorno senza mai risveglio…
Sarò
L’ultimo respiro tra gli ultimi battiti…
Giorno senza Sole…
Notte senza Stelle…
Alba senza aurora…
Vivrò di Dolore…
Sarà nutrimento fino a consumarlo…
Sarà più semplice questo morire…
Avrà giusta dignità questo Amore…

 

Giuseppe La Mura mar 2015
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web