Vorrei passasse in fretta

Anche questa notte.

Ogni notte è sempre più lunga

E il desiderio di percorrerla velocemente

Accorcia il fiato così come il sonno.

Ogni notte,

Per chi non ha nulla,

È esser costretti a giocare a dadi con la sorte,

E metter nel piatto l’illusione che l’amore esista ancora.

Ogni notte

Bisogna portarla nel cuore

Come il peso d’un cielo privo dei colori.

Ed ogni notte

Al freddo del buio

Si mangia quel pò che resta di inutile calore.

Ogni notte

Si misura la capienza del cuore,

Quanto grande può esser il vuoto

E quale sia la misura per colmarsi.

Ogni notte

Si aggiunge coscienza su altra coscienza,

E mattone su mattone

Il cielo diventa una casa,

Troppo grande da abitare.

Ogni notte,

Inizia nel silenzio

E finisce in un’unica cosa in cui sperare

Affidarsi al tempo

E lasciarlo andare in fretta.

Giuseppe La Mura nov 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

2 pensieri su “

I commenti sono chiusi.