A volte

È così difficile riuscire a leggere

Intuire e interpretare correttamente

Le pagine sfogliate dalla vita.

Come se alcune fossero state smarrite

Strappate e stracciate

Al punto che le pagine mancanti

Lasciano dei vuoti indecifrabili.

Quelle pagine

Sono nelle mani del destino

E tu non potrai far nulla per recuperarle,

Per dar un senso ai ragionamenti

Alla logica delle emozioni,

A ciò cui dai il nome di Amore.

 

Giuseppe La Mura set 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Il cielo è blu indaco

Il sole è appena andato via

Inghiottito dietro la linea tramonto

E tu

Resti inghiottita dentro al tuo silenzio

Le stelle sono poggiate una ad una nella notte che avanza

Scivolano su un tappeto nero

Sembrano tante piccole fiammelle

Ad indicar un percorso muto.

Come i tuoi pensieri

Che scivolano sulla pelle

Una stola di seta calda

Dove si nascondono

I dolci confini del tuo corpo.

E l’amore ti segue come un dito

Disegna i lineamenti tuoi sensuali

Linee morbide e indecifrabili

Iniziando dai declivi dei tuoi fianchi

Fino alle curve taglienti delle labbra.

È lì che si posano tutti i tuoi desideri

E incontrano i sogni miei più intimi e folli

Nascosti come il sole a mezzanotte

Oltre gli orizzonti visibili dei miei tramonti.

 

Giuseppe La Mura set 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web