Mi appoggio

Sul rosso

Dopo aver passeggiato

Sul perimetro nascosto della luna

Sul raggio a forma di pigreco

Un pò stupido un pò ingenuo

Mi appoggio sul filo rosso e dondolo

Nell’incertezza e negli errori

Ti aspetto mentre guardo la sigaretta

E senza accenderla la getto

Così non misurerò il tempo

Trattengo il fiato nel cuore piccolo

Piccolo piccolo per non metterci più dolore

C’è rimasto un solo goccio d’amore

Ci farò tanta

Ma davvero tanta tanta strada

Attraversando delusioni

Ma ce la farò

Ti porterò quel goccio di sangue

Sarà vino rosso

Te lo verserò dolce

Un bacio in un bicchiere

Che si poggerà e dondolerà

Come parole e poesie messe su un rigo

Un filo che unirà la fine del giorno al tramonto.

 

Giuseppe La Mura lug 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Giuseppe La Mura

Annunci