spalle

Una lacrima

Scende lieve dagli occhi

S’incurva dolce sulle gote

S’incurva poi sulle labbra

Scivola a disegnare le curve del corpo

All’inizio cade calda dagli occhi

Mentre scende si raffredda

E scava un piccolo solco profondo nell’Anima

Sarà figlia dell’Amore

Sarà figlia della Gioia e del Dolore

E sarà un piccolo fiume

Riporterà il mare nel cielo del Cuore.

 

Giuseppe La Mura feb 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

mani

Le mani che cercano nei rovi

Una Donna persa nelle sue spine

Un Uomo sconfitto dalla vita

Eppur si cercano in quei rovi

Mettono radici per non disperdersi nel vento

E più si pungono

Più conoscono e trafiggono

E in tutto quel loro bagno d’Anima e Sangue

Fanno l’Amore.

 

Giuseppe La Mura feb 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

lei

I primi raggi di luce

Ti accarezzano

Si posano lievi sul viso

Attraversano gli occhi

Le tue finestre appena aperte al mondo

E portano quel tepore oltre i freddi vetri

Quelli che celano la tua Anima

E rovistano nei cassetti come fossero vento

Donando nuovi colori alle pagine del cuore.

 

 

Giuseppe La Mura feb 2018
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web