lei

Lei

Sulle spalle è un incendio di stelle

Sensuale come la Luna

La sfioro e mi penetra nell’Anima

Lei è brividi che m’attraversano

Un fuoco dalla pelle al Cuore.

 

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

lei

È poco

È fragile

Ma tutto è qui

In un abbraccio avvolto nel silenzio

In un pensiero che arriva inatteso

In un sorriso ingenuo e sincero

In un bacio che si poggi sull’anima

In un ciao e un arrivederci

In un pianto liberatorio

Lo so

È poco

Ma è tutto ciò che manca.

 

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Come credi che suoni un cuore vuoto,

Suona come i tacchi di una donna

Che camminano stanchi senza una meta.

Suona come i rintocchi delle campane

Che scandiscono le notti insonni d’estate,

Suonano lentamente

Ti sfiniscono e struggono l’anima fino all’alba

Quando ti addormenterai poco prima del sole

Quando sarà finita la paura di restar solo.

Così suona un cuore vuoto.

 

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoleStoriediAmore

Ma si, sceglimi se non ami l’avventura. Se ami le pantofole la domenica mattina, se ami far l’amore 24 ore su 24, se ami viaggiare in un’ auto stanca come una vecchissima 500, se ami una vita fatta di piccole cose, che so una birra e quattro chiacchiere, parlare di un film, ascoltare ancora i vecchissimi 33 giri e ti assicuro che ho una marea di dischi, o programmare un altro viaggio da sognare e che non si farà mai, si scegli me. E se non sono stato convincente, non scegliermi. Tanto volevo sempre questo.

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web