amaca.jpg

Notte che va

Divora le ore ed i sogni vacillano

E tu ti stringi a me

Ed io accolgo i tuoi tremori in un abbraccio

Ti accarezzo questo buio

Dove a volte viene a cullarsi l’Anima.

È lì

Nei desideri silenziosi di tenerezza

Tutto il peso dell’Amore.

 

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

#piccoleStoriediAmore

lei

Ecco giunge d’improvviso l’ora appena poco prima dell’imbrunire. E senti il senso d’incompiuto della giornata, un battito in più che sapresti a chi dare, la persona del cuore, ma che in silenzio muore lì dentro il petto come un tonfo sordo, una parola ferma tra le labbra e la gola, una scusa banale per parlare, un fiore in mano che resta lì a fissarti mentre appassisce.
E capisci che poi restar da soli non è il massimo, non è ciò che volevi dalla vita perchè quando sei innamorato, illusione o verità, il cuore guarda il cielo, si perde nell’infinito.
E mentre pensi, lo sguardo cade sul sole rosso che cammina e a volte inciampa tra le nuvole e nella testa prende il sopravvento “Se perdo Te” di Patty Pravo.

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Un cielo terso

Poggia sugli occhi

Una stola di raso finissimo azzuro

Dietro ci sei Tu

Con i tuoi occhi immersi nel blu

Una fetta di pane e cioccolata

Spalmata sull’Anima persa in mezzo al mare

Dolce e salata è la felicità.

 

Giuseppe La Mura lug 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web