La Lettera che non scriverò mai

Annunci

#piccoleStoriediAmore

sigarette.jpg

Le parole che restano appiccicate sulle labbra, biascico qualcosa senza senso, il caldo mi brucia gli occhi, i pensieri sono legati e intorpiditi, spossatezza e l’amaro del tabacco che impregna le mie dita.
Bevo ma è tutto un deserto intorno a me. Il letto, il pavimento, la casa. È tutto così distante e lontano dalle mie mani. Non afferro più la vita.
Sarà l’effetto del caldo, devastante come se stessi nel bel mezzo d’un incendio all’inferno.
Sento il Cuore in fumo, andare a fuoco.

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

due.jpg

Aveva un’Anima

Profonda

Come l’Amore che celeva tra le mani

Andammo in riva al lago

Mi avvicinai alle sue labbra

Sentii il suo caldo respiro sulle mie

Si avvicinò con la mela lucida rossa

E ci baciammo nel silenzio d’una notte d’estate

Mentre i Cuori si parlavano e promettevano

E le mani rubavano spighe di grano.

 

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

tramonto

Orme

Sono i baci sul Cuore

Il mare non li può cancellare

Penetrano e Affondano negli abissi dell’Anima

Il blu diventa malva

Il rosso è sangue purpureo

Tu e Amore battete nelle vene.

 

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web