#piccoleStoriediAmore

telefono

Era estate, la calura s’appiccicava sulla pelle, le notti insonni fatte di pensieri e sospirati baci, di canti di grilli e cicale, di desideri nascosti e sorrisi malcelati e nel mezzo la vita con le gioie e guai.
Lui e Lei distanti ma cercandosi erano tanto vicini. Amici sinceri, teneri ingenui amanti.

-“Ciao, sei ancora sveglio ? Dormi ? Vorrei raccontarti e parlarti. Oggi mi sono successe tante cose e avrei bisogno che mi ascoltassi.”-

-“si sono sveglio. Ti stavo aspettando”-

 

Giuseppe La Mura giu 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...