lei

Il giorno

Scivola via così

Lento

Come fosse olio sull’acqua

Ma io no

Annego

Scendo giù dentro di me col Cuore tra le mani

Il peso dell’amore nel mio profondo buio.

Giuseppe La Mura mag 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

#piccoliRomanzi

– Capitolo I

Amavo i viaggi, intensi, vissuti, emozionanti.
La guardai negli occhi, entrai fino alle porte del Cuore e sfacciato le chiesi:

-“Me lo darebbe un passaggio in Paradiso?
Il suo sguardo, il suo viso, il suo dolce sorriso.
Lei è bellissima.”-

-“Se mi accompagna, ci andremo insieme”-

– Fine

Giuseppe La Mura mag 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

letto

Entrammo in camera
Anzi già sulla porta eravamo dentro
Le parole erano strette
Eravamo consapevoli che fossero troppo strette
Imbavagliavano i desideri sommersi
Entrammo
Le parole caddero e i rumori tacquero
Solo il silenzio dei baci
Infiniti baci bacetti fatti di labbra e lingue
Fatti di umori e sapori
E poi…
E poi restammo senza le parole
Erano oramai orgogli inutili
Erano migliori le fantasie e i desideri
Eravamo migliori Noi
Sinceri e veri
Brutti ma belli dentro fino agli occhi
Bagnati d’emozioni
Noi ardenti nel bel mezzo d’un temporale.

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web