Scesi di corsa le scale
Comprai zucchero e miele
Lamponi more e ciliegie
Presi farina quella pura finissina
Vellutata come la tua rosea pelle
Lievito in bustina
Quello grezzo dell’anima
Risalii le scale
Tu eri sul piano
Quello del settimo cielo
C’eri tu quella sera nelle mie vuote stanze
Tra rossetti e ciliegie
Tra lamponi e sigarette
Infilai le mani calde dentro te
E cominciai a impastarmi nella tua carne
Ti modellavo nel mio cuore
E vedevo le tue labbra disegnate nei miei occhi
E il lievito d’amore accresceva i sentimenti.

Giuseppe La Mura apr 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...