rose

Un letto

Due corpi silenziosi avvolti nella notte

Due mondi vicini non più distanti

Respiri e battiti incendiavano i loro occhi

Lei si voltò e si lasciò spogliare

Lui l’accarezzò e si punse d’amore

C’era freddo fuori nel mondo devastato da guerre

E loro due imboscati per nutrirsi di bocconi di felicità

Un bacio

Un altro e altri mille ancora

La paura d’esser scoperti era forte

Ma mai quanto l’Amore che avevano nel Cuore.

-“mangiami”- disse lei guardandolo in silenzio.

Negli occhi di lui c’era la fame

Di chi da troppo tempo non mangiava d’Amore.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...