mare

Un giorno il mare s’infuriò

La sorte disegnò per Lui onde alte e gonfie

Cancellò le orme del nostro passaggio

Il cammino fu stravolto nel nel passato

Il futuro divenne amcor più incerto

Non riuscimmo a tenerci

Io cercai di riprenderti

Affogai tra la lacrime

E tu mi lasciasti osservando la mia goffagine

Le mani si sciolsero come nodi fatti di sabbia.

Il mare si placò

E lascio indelebili le tracce della fine di tutto.

Giuseppe La Mura mar 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...