telefono

Mi parla

Mi guarda attraversandomi l’Anima

Si spoglia con delicatezza di inutili corazze

Sensuali le sue paure nascoste

Si sveste dolcemente

I vestiti sono brividi sulla pelle

Scivolano giù come seta nel silenzio d’una notte

Mi lascia entrare

Mi vuole prendere e lasciare

Poi torna a riprendersi i baci sospesi

Sono lì nel Cuore

A portata d’Amore

-“pronto, ciao come stai? Volevo sentirti”-

Giuseppe La Mura mar 2017
testo: copyright legge 22 Aprile 1941 n°633
photo: Web

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...